Benvenuti Nella Sezione MANUALI

Cerca nei Manuali


La grande guida ad eDonkey

Guida realizzata da Josef

Capitolo N° 6UNO SGUARDO AL PROGRAMMA ? LA PAGINA ?SHARED? 

Qui è dove possiamo gestire, aggiungere e rimuovere tutti i files che vogliamo condividere con altri; edonkey ci permette di scegliere quali directory del nostro Pc usare a tale scopo; solo e soltanto quelle scelte da noi saranno dunque visibili in rete.
Nella figura sottostante vediamo cosa ci propone il programma: nella finestra grande ci appare una struttura ad albero (?tree?) del nostro disco fisso: le directory col segno di spunta rosso sono quelle che abbiamo scelto di usare per la condivisione; quelle con il quadrato grigio non sono completamente condivise ma contengono altre sottodirectory condivise (nella figura 7 la cartella ?downloads? è stata selezionata)


(fig.7)


Alla base della finestra grande vi sono due piccoli tasti, ?tree? (per vedere appunto tutte le cartelle contenenti file condivisi) e ?List?: premendo quest?ultimo tasto ci appaiono tutti i files che abbiamo scelto di condividere, come si vede in fig. 7; anche qui il programma ci dice la dimensione, il tipo ed il formato di ogni singolo file.
Nella tabella di sinistra invece abbiamo un paio di tasti, ?ok? e ?refresh?; il primo server solo per confermare le directory da noi scelte, il secondo permette di aggiornare edonkey con le cartelle appena scelte affinché siano subito condivise e rese disponibili a tutti; il messaggio sottostante avvisa che tenendo premuto il tasto control mentre si sceglie una directory, verranno automaticamente incluse tutte le sottocartelle.
Il messaggio seguente (ovviamente sempre in inglese) introduce il discorso dell?ID: in pratica ogni volta che condividiamo un nuovo file edonkey lo analizza e gli assegna un numero identificativo unico; tale numero è generato (in modo del tutto automatico) in base al contenuto del file stesso, MA NON IN BASE AL SUO NOME: ciò significa che 2 files per edo potrebbero essere identici anche se il nome è diverso , poiché il programma confronta l? ID e non si limita a guardare solo il nome. Ciò risulta molto utile per evitare errori, soprattutto se lo stesso file è condiviso da molte persone e alcune di loro hanno deciso per qualche motivo di cambiargli nome. Il messaggio in questione ricorda che la generazione dell? ID viene fatta da edonkey solo la prima volta che il nuovo file viene trovato nella cartella del programma; tale operazione può richiedere un certo tempo a seconda della dimensione e del numero dei files, e può impiegare anche qualche minuto se essi sono molto grossi (oltre 500mb). Chiaramente le volte successive che si avvierà il programma questo processo non si ripeterà. Questa fase particolare viene chiamata ?hashing?.
Sotto questa scritta viene indicato il n. complessivo di files condivisi ed ancora più sotto il programma avverte se è fermo (?hascing none?) o se sta assegnando l?ID a qualche file (?hascing nomefile?) (in tal caso si nota perché solitamente il pc rallenta parecchio, specie se il file è grande).


(fig.8)



[ Capit. Prec. | Indice Manuale | Stampa Cap.| Pross. Cap. ]