.: Info
Ciao : Ospite
Registrati  Registrati qui.

Nickname
Password
Utente :
Password smarrita

Lista IscrittiIscritti100325
Online Ora0
StaffStaff0
MembriMembri0
VisitatoriVisitatori

Ultimo Iscritto :
AngelaNaFEl Salvador

Utenti Online :

Seleziona Lingua :


Sony condannata per violazione di contenuti protetti da copyright
 .:Postato il Martedý, 31 gennaio @ 19:03:50 CET da sickb0y
Un giudice della corte federale del Texas ha ritenuto il rapper Lil' Flip e Sony BMG Music Entertainment colpevoli di volontaria infrazione del copyright. Lil' Flip era stato denunciato nel Novembre 2004 per uso non autorizzato di 3 melodie nel suo album di esordio "Undaground Legend".

Il caso era stato intentato in quanto le melodie presenti erano ritenute  opera del compositore e produttore della Lousiana Tommy L. Granville.


La corte ha ritenuto che Suckafree Records, Lil' Flip, il suo manager Estelle Douglass Hobbs, Sony BMG Music Entertainment, Columbia Records, Loud Records, Lucky Publishing e Hobbs Publishing abbiano violato il copyright delle musiche di T. L. Granville condannandoli al pagamento di $150.000 (il massimo stabilito dalla legge) come risarcimento per il legittimo autore.

Una multa aggiuntiva di $12.000 Ŕ stata applicata a Sony per non aver rispettato un'ordinanza della corte legata ad alcuni do*****enti finanziari.

Da notare che lo stesso autore era giÓ stato denunciato nel Settembre 2004 da Namco per aver usato nella sua hit "Game Over" suoni presi dal videogioco Pacman.

[fonte della notizia : http://www.allhiphop.com/hiphopnews/?ID=5308]

Desta sicuramente stupore che un'azienda capace di intentare causa contro singoli individui che condividono materiale coperto da copyright senza scopo alcuno di lucro non disdegni per profitto (il disco di Lil' Flip in questione Ú stato disco di platino) di infrangere il copyright altrui.

Ma d'altronde se poi la pena massimo che li aspetta Ú miseramente di $150.000 (sicuramente un'enormitÓ per un signolo individuo, ma un nulla rispetto ai guadagni ottenuti dalla vendita e altro legato al disco in oggetto) non stupisce assolutamente se ritengono moralmente giusto "rubare" il lavoro altrui.

Vien solo da dire "senti un po' da che pulpito vien la predica" quando poi si lamentano che il mondo del P2P grazie a utenti che condividono file protetti, "ladri" o "uomini immorali" secondo i loro termini, stÓ rovinando il mondo della musica.

(commento di sickb0y)
News

 
 .: Links Correlati
· Inoltre News
· News by sickb0y


Articolo più letto relativo a News:
P2P, decine di denunce in Italia


 .: Article Rating
Average Score: 5
Voti: 1


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad



 .: Opzioni

_ASSOTOPIC

News

I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati